Uncategorized

La confessione di Randi, sorella di Mark Zuckerberg: «Odiavo essere l’unica donna in ufficio a Facebook»

«Odiavo essere sempre l’unica donna in ufficio a Facebook». A dirlo non è una qualsiasi ex dipendente del famoso social network, ma Randi Zuckerberg, sorella maggiore di Mark, fondatore e amministratore delegato del gigante tech. La 36enne ha rilasciato un’intervista alla Cnn che andrà in onda il 10 febbraio nel documentario Facebook at 15: It’s Complicated che celebra i primi tre lustri di vita del social network. Alcune parti dell’intervista sono state anticipate dal Daily Mail: Randi non solo racconta i motivi che l’hanno portata ad andare via da Facebook nel 2011, ma dichiara che a distanza di otto anni la situazione è rimasta praticamente la stessa e che in generale il mondo tech continua ad essere dominato dagli uomini.

Randi ha raccontato di essere entrata in Facebook nel 2004 su richiesta del fratello e di essersi occupata nel corso degli anni del nascente dipartimento di live streaming. Al suo ingresso il social network non era ancora il gigante odierno, ma una startup con appena 50 dipendenti: «Ho sempre vissuto in modo problematico la disparità di genere nella Silicon Valley. Ho amato molto il mio lavoro in Facebook. Tuttavia odiavo essere quasi sempre l’unica donna negli uffici in cui lavoravo. A un certo punto mi sono detta che non potevo più accettare questa situazione e ho sentito il bisogno di andare via dalla Silicon Valley per capire i motivi dell’esclusione delle donne dal mondo tech».

Randi usa parole di grande stima per suo fratello e ammette di essere andata via anche perché voleva vivere in un ambiente diverso: «Una delle cose che ho capito al tempo è che desideravo disperatamente vedere un mondo in cui c’era più rappresentanza delle donne». Secondo Randi oggi le cose non sono molto cambiate rispetto ad allora: «Non riesco proprio a capire come sia possibile che dopo 15 anni la situazione sia cambiata così poco».

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *